Hip Hop

Lezioni di Hip Hop in zona Porta Romana e Loreto

danzatore hip hop

Ballare hip hop: come liberarsi dallo stress di Milano!

Ballare Hip Hop e Breakdance dà voce alla propria personalità. Seguire una scuola a Milano è un modo per trovare la libertà espressiva e seguire la musica rap e i suoi messaggi.

Contemporaneamente ai corsi del lunedì in zona Loreto verrà attivata la lezione di Mamme in Forma
Chiedi informazioni sui costi ;-)

Per bambini 3-6 anni:

Lunedì 17.00-17.45  Via Pomezia 12

Per ragazzi 6-10 anni:
Lunedì 17.45-18.45 Via Pomezia 12

Per ragazzi e adulti:
Lunedì 18.45-19.45 ragazzi  Via Pomezia 12
Giovedì 18.30-19.45 adulti Via Pomezia 12

Breakdance

bambini dagli 8 anni: martedì 18.00-19.00 Via Pomezia 12 (su prenotazione)

Nelle classi si impara a muoversi in modo ritmico, con esercizi mirati agli aspetti tecnici ma soprattutto alla ricerca delle chiavi espressive dell’improvvisazione, che è il cuore di questa forma di danza. Viene sempre fatto un riscaldamento per aiutare gli allievi ad entrare nel corpo, a cui fanno seguito esercizi di esplorazione delle possibilità di movimento e lo studio delle forme e delle dinamiche del ballo. Si affronta quindi lo studio di sequenze coreografiche che permettono l’esaltare le qualità comunicative del singolo, inserendole nella cornice del gruppo.

Che cos’è l’Hip Hop?

graffito hip hop

graffito hip hop

Qui ti diamo qualche informazione generale, ma se l’argomento ti piace e vuoi approfondirlo, chiediciil link al nostro portale specifico

E’ la danza che rappresenta lo stile di vita dei giovani nelle società sempre più multietniche delle metropoli, in particolare di quelle americane, ma ormai è un fenomeno di proporzioni mondiali. E’ caratterizzata da un modo di vestirsi che non segue la moda o i formalismi, e che non conosce neppure etichette di età, sesso e razza. Esalta le caratteristiche peculiari delle persone che la praticano, sottolinea e rivendica la loro unicità.

Si nutre della musica Rap, della quale rappresenta quasi uno strumento musicale in movimento.

All’origine di tutto, ritmi e movimenti africani e sudamericani, ma anche altro, come le arti marziali e comunque tutto quanto si potesse trovare nelle metropoli americane nel corso del ‘900: un vero tesoro di gesti, di modalità, di sonorità.

La sua storia come genere musicale e coreutico nasce nei primi anni ‘70 a New York, con la Break Dance (o B-boying) e i famosissimi Street Dancers e le feste di strada, popolate soprattutto da persone di origine africana e latino americana, che erano abituate per educazione familiare a considerare danza e musica come una parte fondamentale della quotidianità. Danzare per loro era appartenere ad un gruppo, dichiararlo con orgoglio, e portare con sé gli elementi della propria cultura.

Contemporaneamente, anche nella metropoli cosmopolita situata sulla costa Pacifica, Los Angeles, nascono altri germi della cultura Hip hop, e si diffonde ovunque il writing, l’arte di scrivere creativamente sulle pareti della città.

La cultura che si generò ha completamente stravolto la moda, la musica, le arti grafiche, il web… tutta la società ne è stata profondamente influenzata.

Si diffuse l’abitudine di utilizzare la danza e la musica per i confronti fra gang e per ottenere il rispetto degli altri, anziché farlo con le tradizionali risse e con i combattimenti: la propria creatività artistica divenne una bandiera da esibire improvvisando all’interno di un cerchio di persone per farsi valere e per farsi ascoltare.

Grazie alla sua caratteristica creativa, l’hip hop ha generato tantissimi stili e continua ancora, dopo 40 anni, ad evolversi, facendosi influenzare da forme estetiche, film, cartoni animati, musica, parole, concetti, idee: qualsiasi cosa può essere presa a spunto creativo. La sua evoluzione procede ad una velocità mai vista prima in nessuna forma d’arte.

La lezione deve certamente dare gli strumenti tecnici e stilistici di questa forma di danza, educando alla flessibilità, alla forza muscolare, alla coordinazione, all’equilibrio, il tutto tenendo conto del rispetto del corpo e della sua integrità.
Accanto a questo, occorre coltivare le doti dell’espressività personale approcciando il più presto possibile il free style, l’improvvisazione alla base dell’Hip hop, che porta a costruire la propria modalità coreutica.